capodannomacerata.com - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Macerata e provincia

Info e Prenotazioni:

Scrivici info@capodannomacerata.com

La storia di Macerata

La storia della città di Macerata rivive ancora nei bellissimi monumenti

Storia e monumenti MacerataMacerata è una delle più belle città della regione Marche, oltre che della nostra nazione, la cui storia importante l’ha portata ad avere tutti quei monumenti di Macerata che possiamo ammirare ancora oggi, come la cattedrale di Macerata o il palazzo Ricci.

 

E' situata su una collina tra i fiumi Potenza e Chienti, a sud di Ancona. La città fu costruita nel 10 ° e 11 ° secolo vicino alle rovine dell'antica città romana di Helvia Recina, che è stata distrutta nel 408 circa dal re visigoto Alarico. Durante il 12 ° secolo divenne comune e ospitò la sede di un vescovato a partire dal 1320.

 

Macerata passò allo Stato Pontificio circa nel 1445 edifici e alcuni monumenti degni di nota dell’epoca includono la Loggia dei Mercanti (1485-1491), il neoclassico Sferisterio (originariamente un palazzetto dello sport, ora un'opera locale a cielo aperto), la cattedrale (1771-1790) e la Chiesa di Santa Maria delle Vergini (1555-1573), al cui interno c’è un dipinto di Tintoretto. Molto bell è anche piazza della Libertà, dove si trovano diversi monumenti tipici della città. Macerata è la sede di una università con varie facoltà, fondata nel 1290, e di diversi altri istituti scientifici.

 

Per la città fu importante il XIX secolo, in cui si ebbe una lenta crescita demografica, con gli abitanti che iniziavano a realizzare delle case anche al di fuori dalle mura e non più solo al loro interno. Tre quartieri nacquero proprio in quel periodo: il primo è quello che si trova attorno alla stazione, il secondo è stato ideato vicino a Piazza Dell'Armi, l’ultimo invece si trova dietro il Corso Cavour attuale.

 

Oggi, grazie ai tanti punti verdi che si trovano in città, Macerata rimane una delle località più vivibili della regione Marche, un posto davvero da non perdere durante le vacanze di capodanno.

publisher
back to top